Dedicata a Sofia Oliva
- - -     - - -     - - -

Piccola Sofia, oggi che ti scrivo non sei ancora nata.


La tua mamma Luana e il tuo papÓ Marco ti aspettano,
mancano ormai pochi giorni e poi anche tu vedrai
la luce del sole, i fiori di questa primavera le stelle
e la Luna meravigliosa che in tuo onore sarÓ grande
e luminosa nel cielo stellato.


Ti voglio scrivere queste parole per raccontarti quanto
sia bello il mondo. E' vero ci sono tanti problemi ma tu sei
piccolina e per te sarÓ tutto nuovo, un nuovo mondo.


Dal piccolo mondo dentro la tua mamma arriverai in
questo grande mondo che sta qui fuori.
Come si pu˛ raccontare quanto sia bello vivere, respirare,
ridere, piangere, infatti la prima cosa che farai sarÓ piangere
piangere per poi calmarti e tornare serena.


Piccola Sofia tutti ti vorranno bene, un tale bene che tu
nemmeno immagini.
Come si pu˛ raccontare tutto questo, come si possono
raccontare i colori, gli odori e le sensazioni?


Non si pu˛, tocca viverli e provarli, poi chiudere gli occhi
e immaginarli e viverli una seconda volta nei tuoi pensieri.


Piccola Sofia ricordati ogni giorno la tua mamma e il tuo papÓ
che tanto ti hanno voluto e desiderato, che ti volevano bene
fin dal primo minuto del tuo concepimento, ricordati di loro
e ricordali sempre, aiutali e amali con tutto il tuo cuore.


Piccola Sofia ti auguro una vita meravigliosa, e giÓ
da ora pure io ti voglio tanto bene e quando tu crescerai
spero tanto che tu rileggerai queste semplici parole
che ho voluto dedicarti oggi che ancora non sei nata.

Alfio Mellina,
08/04/2010